BBQ

Il kit di partenza

Pubblicato il

Facciamo una veloce panoramica sull’attrezzatura base che BISOGNA avere per iniziare a fare BBQ.

Quali sono gli strumenti indispensabili per poter sfruttare al massimo le potenzialità della cucina barbecue, senza investire in una fornitura completa?

Il punto di partenza è, ovviamente, un barbecue. Si tratta di un dispositivo provvisto di coperchio e valvole di areazione sia nella base sia nel coperchio. Ne esistono di diverse marche e modelli, alimentati a carbonella o a gas, portatili o “statici”, ma le caratteristiche principali sono coperchio e valvole.

Questi due elementi permettono, con un po’ di esperienza e diverse limitazioni, di gestire le temperature attraverso la regolazione dell’afflusso di aria che alimenta le braci. Questa operazione, imprescindibile per la combustione dei carboni, permette anche di affumicare i nostri cibi favorendo la permanenza del fumo all’interno della camera di cottura.

Se, come me, avete optato per un barbecue a carbonella; il vostro “starting kit” DEVE prevedere questi strumenti:

 

  1. Ciminiera di accensione: un cilindro in acciaio forato, studiato appositamente per agevolare l’accensione rapida (20 minuti circa) e omogenea dei carboni

     


     

  2. Bricchette: sono delle “mattonelle” di carbone pressato composte da polvere di carbone ed addensanti. La loro forma omogenea permette di stimare un apporto “verosimile” di calore. Quelle che uso io, indicativamente, apportano 10° per 3 ore come suggerito dal produttore, e da prove empiriche posso confermare che la stima è verosimile. Una valutazione di questo tipo sarebbe impensabile con la carbonella “da supermercato” composta da pezzi irregolari piccoli e polverosi
     


 

  1. Spazzola in acciaio per pulire la griglia: da usare appena si è finito di cucinare e a griglia calda così eliminare i depositi di grasso e rendere la pulizia “di fino” molto più semplice ed efficace
     


 

  1. Termometro a sonda: indispensabile per misurare la temperatura dei nostri cibi. I modelli a sonda permettono di misurarla durante tutta la cottura a coperchio chiuso, così da valutare “scientificamente” quando i nostri alimenti sono pronti. La mia scelta è ricaduta su un termometro a sonda

  1.  Legno per affumicare: è l’elemento discriminante tra una cottura al bbq e una al forno, il sapore affumicato conferisce un gusto particolare ai cibi. In commercio esistono diverse varietà di legno e diversi “formati”
     

  1. Guanti per BBQ: Sono guanti che resistono ad alte temperature, studiati per proteggere anche polso e avambraccio, a 2 o 5 dita. Ne esistono di varie marche, prezzi e materiali. Per comodità io preferisco quelli a 5 dita, in tessuto

     

  2. Pinze: Il miglio utensile per maneggiare la carne senza correre il rischio di forarla

Se la vostra scelta è stata per un BBQ a gas partite dal punto 3 e anticipando la vostra domanda, SI’ si può affumicare in un BBQ a gas con gli stessi risultati!

 

Ora che avete tutto il necessario, il mio consiglio è di fare una prima accensione a vuoto utilizzando un’intera ciminiera di Bricchette, o tutti i bruciatori del bbq a gas, per “sanificare” il BBQ. Dopo una mezzoretta di esercizio a coperchio chiuso, potrete cominciare a giocare con le valvole inferiori e superiori, o con le diverse regolazioni dei vari bracieri, provando anche a spegnerli uno alla volta fino a quando non ne resterà acceso solo 1, appuntandovi le temperature che verranno riportate sul coperchio, lasciando passare almeno 15 minuti in modo che il dispositivo si stabilizzi.

Avrete così una prima idea delle potenzialità del vostro BBQ

 

Vi lascio con 2 accortezze:

  • IMPORTANTISSIMO accendere il BBQ a gas solo a coperchio già aperto! Diversamente si crea un accumulo di gas che si rivelerà letteralmente esplosivo -può sembrare un consiglio banale, ma ho preferito specificare-

 

  • Il BBQ a carbone può essere spento chiudendo le valvole superiori e inferiori contemporaneamente. Così facendo si toglie ossigeno alle braci e si blocca il processo di combustione. In poco più di un’ora il vostro BBQ sarà spento e, in caso di particolari accorgimenti adottati ad inizio cottura (e che vedremo nei post successivi) potreste recuperare qualche bricchetta ancora intera

 

Buon divertimento!

Un pensiero su “Il kit di partenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *