BBQRecensioni

WGA: il piccolo di casa

E’ giunto il momento di presentarvi la mia “artiglieria”, i miei fedeli compagni di cotture indirette all’aperto!

Partiamo subito con il primo dispositivo che ho acquistato ormai quasi 3 anni fa…

L’oggetto che ha cambiato la mia visione di “griglia” e che ha premuto l’acceleratore sulla mia passione per il barbecue.

Parliamo del Weber Go Anywhere, la cui sigla è appunto WGA. Un barbecue portatile di forma rettangolare che, da chiuso, ha la forma di una cassetta per gli attrezzi.

Per me è stato amore a prima vista, l’ho comprato pur avendo qualche dubbio sulle mie possibilità di utilizzo… Si è rivelato uno strumento molto funzionale e pratico!

La sua caratteristica principale è la portabilità, chiuso a valigetta permette di ospitare al suo interno diversi attrezzi del mestiere risultando quasi autosufficiente.

Il WGA è composta da:

– un coperchio dotato di due bocchette di ventilazione (che regolano la gestione dell’eventuale fumo in fase di affumicatura), manico abbastanza isolato e termoresistente, e due piccoli gancetti all’interno che permetto di appoggiarlo sul bordo del braciere

– braciere che alla base presenta (su entrambi i lati lunghi) 3 fori di areazione sia a destra che a sinistra, coperti da una banda in acciaio che ne permette la regolazione. Queste sono le bocchette che regolano l’afflusso dell’aria per alimentare le braci

     

– base in alluminio, da riporre all’interno del braciere

– griglia braci

– griglia di cottura

– gambe in acciaio che fungono anche da ganci di chiusura

 

Il tutto per un prodotto che pesa 6 kg e dalle dimensioni 42x28x37 (HxLxP)

Per ulteriori dettagli tecnici vi rimando alla scheda del produttore.

L’utilizzo che consiglio è quello per le cotture indirette, spingendosi anche a delle Low & Slow dai risultati interessanti: impostando il giusto Set Up si può arrivare ad ottenere una temperatura costante per circa 9 ore, avendo tutto lo spazio per cuocere un pezzo di coppa di maiale (per preparare un pulled pork) del peso di circa 2 kg, ricavandone una decina di panini!

Queste caratteristiche ne fanno il compagno di viaggio adatto ad ogni situazione. Facile da riempire, con una forma che bene si adatta al bagagliaio e materiali di qualità!

Unico appunto che posso fare è l’assenza del termometro sul coperchio.
Per chi è alle prime armi è un dettaglio che sparisce a confronto dei grandi vantaggi offerti dal prodotto.
Si può facilmente sopperire con un termometro a doppia sonda inserito nella bocchetta di areazione superiore (quella opposta alle braci, ovviamente) e un po’ di ingegno.

Coperchio e braciere sono garantiti per 10 anni, mentre tutte le altre parti hanno garanzia di 2 anni.

 

3 pensieri su “WGA: il piccolo di casa

  1. Ciao,  a me arriva domani dagli states.  Ho cercato uno stacker , l'ho trovato a prezzi nettamente superiori al prezzo del dispositivo stesso,  cosa che ritengo assurda.  Sapete se esiste qualche canale per procurarselo,  magari anche usato? 

    Grazie 

    1. Ciao Gigi,
      I prodotti off market a cui ti riferisci, hanno più o meno gli stessi prezzi che hai visto tu.
      Tieni presente che il WGA a prezzo pieno si aggira intorno ai 100 €, e gli staker ti forniscono 1 ripiano aggiuntivo, raddoppiando la superficie di cottura… Considerando che è un prodotto artigianale e che in proporzione al risultato finale, il prezzo non è esagerato (parlando di prodotti di qualità).
      Per qunto riguarda l’usato su Facebook ci sono dei gruppi di “mercatini” dedicati al mondo del BBQ… ti segnalo ad esempio quello legato alla community BBQ4ALL https://www.facebook.com/groups/bbq4all.outlet/  

      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *